Guns N’ Roses: un fan ruba un cd con brani inediti ed il gruppo lo bandisce a vita dai concerti.

Accade negli Stati Uniti, dove tale Rick Dunsford – fan dei Guns N’ Roses – ha condiviso online, anni fa, una serie di brani inediti registrati da Axl Rose e compagni tra il 1999 ed il 2001 acquistati (rivela lo stesso) per 15.000 dollari da un ex dipendente della A&R. Finito su internet, il materiale sarebbe stato comunque riacquistato dalla band che avrebbe pagato al già citato Dunsford i soldi spesi, intimando però allo stesso di non partecipare più, a vita, ai concerti in programma del gruppo. “Se dovessi essere notato mi arresterebbero sul posto.”, ha detto Dunsford raccontando di come, il 7 ottobre scorso, aveva provato a prendere parte al live che il gruppo teneva a Wichita, nel Kansas, salvo essere messo in guardia – per tempo – dalla security che operava sul posto. “Il divieto vale praticamente per tutta la vita.”, ha aggiunto ancora Dunsford che asserisce di avere assistito finora a ben 32 concerti dei Guns N’ Roses.

Dopo la reunion avvenuta in formazione (quasi) originale nel 2016, la band ha intrapreso – in questi giorni – tranche finale del fortunatissimo “Not In This Lifetime” che toccherà, negli Stati Uniti, i principali festival statunitensi cui la formazione losangelina prenderà parte in qualità ovviamente di ‘headliner’. In estate il chitarrista Slash aveva confermato l’intenzione, dei Guns N’ Roses, di tornare presto in studio per dar vita al seguito ideale dell’ultimo “Chinese Democracy” (2008) e che vedeva, rispetto alla lineup attuale, presenti i soli Axl Rose, Dizzy Reed e Richard Fortus.