Guns N’ Roses, Axl Rose: “Neghiamo l’accesso agli ospedali a quelli che protestano per il lockdown.”.

Dopo che negli scorsi giorni, Gavin Newsom – governatore della California – aveva ordinato la chiusura, in blocco, delle spiagge site nella zona di Orange County a seguito dell’esplosione – anche negli Stati Uniti – dell’epidemia da Coronavirus, una rappresentanza di cittadini locali aveva espresso il proprio disappunto manifestando, di fronte l’accesso al mare, e senza indossando mascherine. Commentando via Twitter l’avvenimento, il cantante Axl Rose – frontman dei Guns N’ Roses – non ha usato mezzi termini: “Se lo sceriffo può scegliere di non imporre la chiusura delle spiagge, allora forse gli ospedali a loro volta potrebbero ‘scegliere’ di non curare qualsiasi bagnante che presenti sintomi simili a quelli del Covid-19? Voglio solo sapere.”.

Il gruppo, rinviato il tour americano ed europeo in programma a partire dal mese prossimo, si sarebbe nel frattempo ritrovato in studio per dar vita al successore dell’ultimo “Chinese Democracy”: uscito nel 2008 e che vedeva, rispetto alla line-up attuale dei Guns N’ Roses, il contributo dei ‘soli’ Axl Rose e Dizzy Reed. “Hanno lavorato incessantemente sui brani inediti.”, aveva detto la scorsa settimana Susana Holmes – moglie del bassista Duff McKagan – aggiungendo, “Non posso dire molto per il momento ma ciò che ho ascoltato suonava veramente epico.”.

Scrivici in diretta
su WhatsApp o Telegram!
Chat in diretta