Ozzy Osbourne: “Ho un enfisema polmonare, se prendo il Covid sono morto.”.

SANYO DIGITAL CAMERA

Intervistato da GQ Magazine, Ozzy Osbourne è tornato a parlare dei problemi di salute che lo affliggono ormai da anni in riferimento, in particolare, agli ultimi giorni: “E’ l’anno peggiore della mia vita. Ho un enfisema, e se prendo il virus sono fottuto. L’intervento a cui mi sono dovuto sottoporre, l’ultimo, mi ha devastato. Quando nel 2003 mi sono rotto il collo cadendo dal Quad, e ne sono venuto fuori, mi si schiacciò la colonna vertebrale e da lì successero cose strane. Mi trovavo magari sul palco, e dal nulla avvertivo una scossa lungo un lato del mio corpo. Poi, un anno e mezzo fa, sono andato in bagno di notte al buio e mi sono ritrovato per terra.”.

“Mi voltai e dissi: ‘Sharon, sono sul pavimento’. E lei rispose: ‘Ok, alzati.’. Ma non ci riuscivo, a 70 anni è sempre più tosta. Faccio tutto quello che posso per proteggermi, e se esco indosso la mascherina. Ma non amo portarla, per cui non vado fuori molto. Il produttore del mio ultimo album (Andrew Watt) ha avuto il virus. Lo sentivo al telefono e mi diceva che non riusciva a dormire, perché quando era a letto non respirava bene. Non è la stessa persona di prima, è un po’ come avere a che fare con qualcuno che è stato ad un passo dalla morte. E’ molto più attento. Le mie nipoti, invece, hanno contratto il virus ma sono guarite normalmente, senza sviluppare nessun sintomo.”.

Scrivici in diretta
su WhatsApp o Telegram!
Chat in diretta