I Bachi da Pietra su “Reset”: “È un disco che segna un cambio radicale”

Nuovo album per la band dopo sei anni dall’ultimo lavoro cambiamenti e l’innesto di un nuovo membro del gruppo Marcello Batelli.

Ai microfoni di Radio Rock è intervenuto Giovanni Succi, leader del gruppo Bachi da Pietra, intervistato da Paulonia Zumo per raccontare il loro nuovo album Reset e alcune novità che lo riguardano.

L’intervista è cominciata illustrando tutte le sue peculiarità: “Doveva segnare una svolta, ma non pensavamo che comportasse un cambiamento così radicale, il disco era pronto ma è rimasto in attesa per quasi un anno, durante questo periodo lo abbiamo fatto ascoltare a molte persone e già dai primi riscontri era piaciuto tantissimo, ecco perché abbiamo anche optato anche per il cambio di etichetta musicale. Poi avevamo già in mente da tempo di aggiungere un nuovo elemento alla band e l’arrivo di Marcello Batelli è stata la vera svolta per noi, il valore aggiunto ai Bachi da Pietra“.

Durante l’intervista Succi ha spiegato perché Reset suoni così contemporaneo: “Musica e testi  sono stati scritti prima di tutta la pandemia, questo dimostra quanto siamo sintonizzati con l’universo intero, siamo un gruppo calato nel presente anche contro la nostra volontà”.

Il musicista ha poi argomentato la motivazione dell’uscita in ordine dei primi due singoli dell’album, Comincia adesso e Meritate: “Comincia adesso era perfetto come brano di lancio e descrive tutta la mia condizione esistenziale permanente e si adatta  alla condizione attuale. Meritate è il pezzo più ‘Pop’ e vuole essere quello un p0′ più ruffiano”.

 

Il podcast dell’intervista integrale

Interviste: Bachi da Pietra (22-05-21)

 

 

Scrivici in diretta
su WhatsApp o Telegram!
Chat in diretta